Aversa, scoppia allarme bomba per una valigetta ma è solo razzismo, a lasciarla è stato un “negro”

MySocialDrug

Tempo di lettura: 2 minuti

Una semplice valigetta, una classica 24 ore, è stata poco fa lasciata in Via Raffaello ad Aversa.

Nessun sospetto no? Se non fosse per il fatto che (secondo le testimonianze) il signore che ha abbandonato questa valigetta ha un colore di pelle di qualche grado più scuro.

Esatto, la popolazione ha reagito più o meno così (per rendere l’idea): “Un negro ha lasciato una valigetta, qua saltiamo in aria tutti! Chiamate la polizia!”.

E’ stata così telefonata la polizia che ha agito delimitando ed evacuando la zona nonostante non persistano, neanche minimamente, i requisiti necessari all’attuazione del protocollo in materia di allarmi bomba.

Attualmente, per arricchire la sceneggiata, sul posto è presente il sindaco di Aversa Alfonso Golia e sono tutti in attesa degli artificieri.

Esattamente come George Floyd l’unico peccato di quel signore che ha appoggiato la propria valigetta su quel muretto (e perché no, magari anche dimenticata) è essere nato nero, diciamocelo, se quella valigetta l’avrebbe lasciata una persona di colore bianco, se ne sarebbero tutti fregati oppure l’avrebbero raccolta per restituirla al proprietario.

Che vergogna, un altro teatrino all’aversana di cui la popolazione è complice.

Ed oggi, nonostante le rivolte internazionali per il delitto di George Floyd contro il razzismo istituzionale, il filo conduttore dell’odio discriminatorio e razziale continua ad essere la forza dell’ordine alimentata dalla politica e dai poteri forti.

»BLACK IS THE POWER

»BLACK LIVES MATTER

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Visita il nostro Centro Informativo.

Centro Informativo COVID-19
error: Il contenuto non può essere selezionato o copiato.